Torta-crostata Tiramisù al forno

Il tiramisù ,un classico della nostra FANTASTICA pasticceria italiana,che riesce a concludere ogni pasto in modo superbo e volendo,anche ad iniziarlo, come ” colazione eccezionale” e super goduriosa 😉 !Amato in famiglia,adorato da me, con vicinato compreso,ho voluto questa volta,invece che riporlo in frigo a patire il freddo,metterlo al calduccio (beh 170° è un pò più che calduccio,ma sorvoliamo) per farne si ,un tiramisù,ma infornato.Anche la cassata si inforna no?E perchè non provare con un tiramisù,magari racchiudendolo in un goloso guscio di frolla al cacao.Ne è uscita fuori una torta divina,frutto di tante idee viste in rete e assemblate poi,secondo il mio gusto.Risultato?Ottimo!Da provare,per darmi poi una bella stretta di mano e forse,anzi son certa,mi strizzerete pure l’occhiolino!Allora?Che dite?Ci proviamo?

(altro…)

Pizza di rose con “friarielli”

 

Una cena così!

Una cena con un fiore così,fatto di soffice impasto e gustosi friarielli ,ripassati velocemente in padella e, tutto il resto…è noia.Perchè a tavola,”si chiude” tutto fuori,o almeno sembra più facile e i problemi,assumono una forma diversa,un pò più lieve e meno tragica;diventano” imprevisti” da risolvere.Mi raccomando,questo accade però, con un piatto confortante,ricco,promettente e non con il minestrone annacquato,dove i fagioli rincorrono la carota in un vortice senza fine.E quella sera in cui un “imprevisto” era da risolvere,con questa pizza a tavola,gli animi si sono alleggeriti,i sospiri sono diventati lievi e la pancia…no quella no,era tutt’altro che leggera.Ma non si può aver tutto dalla vita,o no?

(altro…)

Zuccoto ricoperto di cioccolato

Come festeggiare un papà:

Svegliarlo con un bacio che sa ancora di latte

Dirgli di portarti le figurine di Heidi,che ti son rimasti solo doppioni

Mostrargli il tuo quaderno con le orecchie,ma con tanti “bravissima”

Sul divano,rubare il posto alla mamma per sedergli più vicino

Non fargli subito il broncio,perchè parla a tua sorella invece che a te

Guardarlo e pensare che sia il più bello del mondo e che un giorno lo sposerai…la mamma se ne farà una ragione

Nasconderti in un vicoletto col moroso,mentre lo vedi arrivare da lontano con la sua Fiat 131,lucida come sempre …o con la stessa,accellerare con la retromarcia inserita,schiantandola contro il muretto.Povero papà,quel giorno lo vidi invecchiare di dieci anni…

Fargli questo dolce,mentre si lecca quei baffi ormai bianchi

Questa torta è una piccola cupola di bontà morbida e suadente.La copertura in cioccolato è così scioglievole che si fonde in modo meraviglioso con la crema di ricotta e il soffice pandispagna ,per un dolce che non richiede chissà quali abilità,ma vi giuro, vi darà una grande soddisfazione.Insomma un’idea golosa per festeggiare i nostri uomini

(altro…)

Migliaccio

Dev’essere cremoso,umido,scioglievole in bocca;è così che lo amo!Il migliaccio è un dolce fatto principalmente di semola e ricotta,tipico del Carnevale ,qui a Napoli.Allieta le tavole delle nostre case,insieme al sanguinaccio,alle chiacchiere,alle castagnole ,lasagne,polpette e ad ogni forma di fritto.Premettendo che del Carnevale,ami di più il “lato mangereccio”,(si perchè i dolci sono davvero golosi)non disdegno di andare a vedere anche qualche bella sfilata di carri a tema…
Diciamocela tutta,solo perchè ho la vicina di casa,che dovrà travestirsi da brasiliana,e non posso assolutamente perdermela .Va bene torniamo al migliaccio e fidatevi!Comprate una bella ricotta di pecora,deve fare ancora “Bbehh “,e tra una belata e l’altra,cuocete il semolino con tutti i suoi profumi.Perchè il migliaccio è molto profumato,aromatico,un pò come la pastiera;infatti lascia presagire ciò che a Pasqua accadrà!

(altro…)

Biscotti con farina fioretto gialla

San Valentino…Chi lo festeggerà con entusiasmo,chi lo incontrerà solo per la solita routine,chi storcerà il naso alzando gli occhi al cielo,chi lo tratterà con la solita indifferenza e chi,come me,lo vivrà come un giorno di “osservazione”.Vedrò mariti affannati correre al bar,a tarda ora,per portare via l’ultima scatola di cioccolatini;giovani ragazzi che premurosi e un pò intimiditi, chiederanno il prezzo di quel peluche trafitto di cuori;un uomo in cravatta varcare la soglia della gioielleria,mentre scrive su un cellulare di essere in riunione;mogli trafelate,reggere tra la pagnotta di pane caldo e la vaschetta del prosciutto,un tubo di baci più lungo del loro braccio e poi,poi ci sono io…Che tra uno sguardo a destra e l’altro a sinistra,pensa a come raccontarlo questo piccolo Cupido e la sua freccia.Sarà come lo faccio da sempre:senza voce,senza un suono;solo con un dolcino,un biscottino per un giorno come un altro.Ma potevo non “incuoriciare”questi deliziosi frollini?Rustici con il loro colore di un bel giallo intenso,hanno fatto anche un gran tuffo nel cioccolato!

Su su posate stì tubi,e andiamo in cucina 😉

(altro…)

Torta ricotta e visciole

 

Che io ami le torte cosiddette “da credenza”,ormai è cosa risaputa e se son preparate con la pasta frolla,le amo ancor di più.Quindi questa torta della tradizione romana,da anni in casa mia,ogni tanto si ripresenta e ogni volta viene accolta con taaanto amore ;)E’ un classico della pasticceria romana;ogni famiglia ha la sua versione:chi mette solo visciole e non la confettura,chi aggiunge le uova nella crema di ricotta,chi usa le amarene in sostituzione delle visciole.Insomma più modi di interpretare;ma il risultato credo sia divino in ogni sua espressione.Questa è la mia versione,rispecchia ciò che più mi piace.Quindi romani,siate pii e fatemi un sorriso 🙂

(altro…)